“Inferno di Fango” la crono-storia dei disastri del messinese

La presentazione del libro martedì 18 dicembre alle ore 17,00 nell’aula consiliare del Comune di  San Fratello.

  
Sarà presentato martedì 18 dicembre 2012, alle ore 17,00 presso l’Aula Consiliare del Comune di San Fratello, il libro “Inferno di Fango” del giornalista dell’Ansa Gianluca Rossellini, giovane e brillante giornalista messinese, collaboratore di varie testate giornalistiche, cartacee ed on-line, estensore di inchieste e denunce, alla sua prima esperienza da narratore.

Nella sua opera, Rossellini ha documentato tutte le alluvioni che, dal 2009 al 2011, hanno colpito vari villaggi del comune di Messina e dell’estesa provincia e da lui seguiti con puntuali servizi. Testimonianze e riflessioni sul dissesto idrogeologico del territorio peloritano e nebroideo.


La capacità dell’autore di fare cronaca senza trascurare la sofferenza umana trasmessa dai racconti dei parenti delle 37 vittime del dissesto di Giampilieri a cui, fra l’altro, è stato dedicato il libro. “Giampilieri, Scaletta Zanclea, Saponara, San Fratello sono solo alcuni dei centri colpiti da eventi atmosferici inusuali nelle nostre zone, ma non per questo imprevedibili”.

Ventuno capitoli in 192 pagine in cui, come in un film, si dirama la storia di tante famiglie. Dà voce diretta ai protagonisti che raccontano come la loro quotidiana normalità sia stata stravolta da una tempesta di acqua. I capitoli trattano e sviscerano ciò che accadde anche nei giorni successivi; gli interventi della Protezione Civile e degli “eroi del fango”, la “cattiva Italia” con gli sprechi della Regione e i cortei di protesta contro i finanziamenti che sarebbero serviti a ricostruire le abitazioni e sono stati bloccati solo per Messina.


All’incontro sarà presente anche il sindaco di San Fratello, Salvatore Sidoti Pinto. Seguirà un ampio dibattito sulla situazione degli sfollati e sui lavori di messa in sicurezza del centro abitato di San Fratello.

La presentazione del volume a San Fratello è solo una tappa del lungo tour che l’autore sta compiendo nella provincia di Messina. 

Commenti

  1. descrizione attenta, puntuale dei fatti, senza un aggettivo di troppo:Per la chiarezzae e la scrupolosa descrizione degli avvenimenti,che riguardano i Conuni del messinese e per il rispetto con cui l'autore, parla della sciagura e delle vittime, si legge tutto d'un fiato . Un grazie sentito da parte mia , perchè è riuscito a fermare una pagina di storia ,dolorosa, ma appunto per questo , degna da tramendare ai posteri .

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari